+33 (0)2 35 24 52 20
Precedente

Botanica

La pianta di vaniglia che può  raggiungere quindici metri di lunghezza, è una liana ramificata dai rami nodosi, carnosi, cilindrici e verdi. I rami si aggrappano grazie a filamenti avventivi di due millimetri di diametro ad alberi e a diversi supporti. Il ramo principale ha un diametro di uno o due centimetri.

Le foglie sono resistenti e verdi, lunghe da 15 a 25 cm e larghe da5 a 8 cm. I fiori, a forma di trombetta, sono giallo chiaro e profumati.

Etamine, pistillo e stigmate sono saldati a forma il gimnostemma. L’intervento umano è indispensabile per veicolare il polline sulle stigmate. Il vento non ha alcuna azione a causa della disposizione dei fiori.

Il frutto è un baccello di colore verde . I baccelli sono riuniti in grappoli di dieci circa di lunghezza variabile da 10 a 20 cm. I baccelli maturi diventano gialli e marroni a maturazione, momento in cui sono raccolti.

Di un centinaio circa di specie catalogate e più o meno localizzate, tre sono quelle che storicamente sono considerate come produttrici di vaniglina naturale:

  • Vaniglia Pompona Shiede: presente principalmente in America Tropicale, Brasile, Guyana e coltivata nella zona delle Antille ( Martinica, Guadaloupe, Trinidad). Vaniglia dal rendimento molto basso,per cui la coltivazione è stata abbandonata molto presto. Conosciuta principalmente come “vaniglione” o “vaniglia banana con una produzione di qualche centinaio di chili all’anno. I baccelli hanno una lunghezza media di 10-12 cm e una larghezza di 1-3 cm. Principio aromatico: vaniglina.
  • Vaniglia Tahitentis Moore : Introdotta in Polinesia a partire dal1848 dall’ammiraglio F Hamelin.Negli anni ‘50 la Polinesia Francese era il secondo produttore mondiale di vaniglia con 200 tonnellate, dopo il Madagascar: da allora la produzione non ha smesso di decrescere fino ad attestarsi a qualche tonnellata all’anno a causa dell’evoluzione delle strutture produttive nel mondo e ad un costo della mano d’opera divenuto proibitivo. Inoltre un basso contenuto di vaniglina ed un profumo molto  forte di anice  hanno spinto le industrie utilizzatrici a preferire la vaniglia Bourbon  o quella indonesiana. La vaniglia tahiti è maggiormente usata in profumeria sotto forma di estratto ed in pasticceria in bacche di rifinitura. Principio aromatico: vaniglina + eliotropia
  • Vaniglia Planifolia o Vaniglia Fragrans : Introdotta alla fine del 19° secolo nell’Oceano Indiano. E’ la più prodotta e la più commercializzata nel mondo e cresce in Madagascar, alle Comoros, alla Reunion ( conosciuta come Bourbon in provenienza di queste tre origini) ma anche in India, in Indonesia , in Uganda, in Messico e alle isole Tonga.


Continuando la navigazione su questo sito, è necessario accettare l'uso e la scrittura dei cookie sul dispositivo connesso. Questi cookie (piccoli file di testo) consentono di seguire la navigazione, aggiornare il carrello, riconoscerti durante la tua prossima visita e proteggere la tua connessione. Per saperne di più e configurare i traccianti: http://www.cnil.fr/vos-obligations/sites-web-cookies-et-autres-traceurs/que-dit-la-loi/
Ok

Spedizioni in 24 ore

da SoColissimo

Campioni omaggio

a partire dai 150 euro di spesa

Promozioni

tutto l'anno

Qualità

Soddisfatti o rimborsati

Pagamento sicuro

con carta di credito